Coronavirus Roma: morta la “paziente uno” allo Spallanzani
Coronavirus Roma: morta la “paziente uno” allo Spallanzani
07.04.2020 | Sursă: notizie.it
55928

Salgono a 20 le vittime per coronavirus nel Lazio: una donna di 54 anni di Cremona non ce l'ha fatta ed è morta allo Spallanzani.

Era ricoverata presso l’Istituto Lazzaro Spallanzani dallo scorso 2 marzo: una donna di 54 anni è morto a causa del coronavirus a Roma. Era stata la prima paziente ad aver contratto il Covis-19 a Roma, dopo la coppia cinese e il ricercatore rientrato da Wuhan. Da quanto si apprende, la vittima, residente a Cremona, era tornata in provincia di Latina, a Minturno, per trovare alcuni parenti.

Coronavirus Roma, donna morta Spallanzani

Anna Visconte aveva 54 anni ed era originaria di un centro della provincia di Cremona. Lei era la prima paziente positiva al coronavirus a Roma ed era stata ricoverata il 2 marzo allo Spallanzani: è il sesto decesso provocato dal coronavirus sul territorio pontino. Salgono quindi a 20 le vittime in tutti il Lazio.

Da quanto si apprende, la vittima si era presentata al Dono Svizzero di Formia ai primi di marzo presentando una polmonite acuta.

Dopo il test per coronavirus risultò positiva, ma scoppiò una polemica sul suo caso. Infatti, era scesa dalla provincia di Cremona come ospite da alcuni parenti a Minturno e a Scauri. Da lì, inoltre, aveva partecipato a numerose sfilate di carnevale, fece diversi sopralluoghi e concluse l’acquisto di di arredamento presso un mobilificio della zona.

Tutto ciò causò la chiusura dapprima del Dono Svizzero, ma in seguito di scuole e luoghi nei quali si era recata la 54enne. Diversi medici e infermieri finirono in quarantena e così anche la nipote della donna. Quest’ultima, trasferita allo Spallazani per i test è risultata negativa. Anche gli altri parenti, terminata la quarantena, sono risultati fortunatamente negativi.